Iniziò Cosi..

Era una mattina di Maggio, il 15 Maggio 1988, don Chino e’ in visita ai ragazzi della Comunita’ di Villanterio.
I lavori di ristrutturazione fervono, mattoni, sabbia, cemento e lavoro, tanto lavoro…
Don Chino e’ in un locale della Cascina, adibito ad uso ufficio…
Ad un tratto esce sull’aia, si sente la sua voce stupita ma sommessa: “Quando mai ho risposto al telefono nelle Comunita’? Mai …mai!!!
“Questa mattina ho risposto, in verita’ ho lasciato squillare un po’ di volte poi, visto che nessuno rispondeva, ho sollevato il ricevitore…e cosa ho sentito???”
E riferisce: “Desidero parlare con don Chino Pezzoli…”
“Sono io”
“Sono l’Ingegner Micoli ho una proposta da farle. Il Consiglio di Amministrazione dell’Enichem ha pensato alla sua Opera… Abbiamo una tenuta in Sardegna, nei pressi di Porto Torres…Non abbiamo interesse a continuarne la gestione…Se la vuole vedere…”

Il 31 Maggio 1988 don Chino va a vederla…
In compagnia di don Chino, vi sono il Dott. Borroni, il Dott.Paolini, l’Ing. Micoli, Fabio Brivio e Suor Alda.
Per tutta la giornata, durante questa visita, si e’ parlato, ci si e’ confrontati, don Chino era invece e’ stato in silenzio, in silenzio per tutto il giorno…

Alle 16, l’Ing. MIcoli rivolge a don Chino questa domanda: “Cosa ne pensa?”
Don Chino risponde: “ La prendo”

E poi..

Fu nostra premura venire in possesso di alcune proprietà fatiscenti confinanti con le nostre, per accogliere più giovani disagiati, curarli e dar loro possibilità lavorative.

Con l’aiuto di molte persone e famiglie,l’intento di ottenere un ambiente terapeutico e lavorativo funzionale è stato raggiunto.

Le stalle, i porticati e diversi ruderi dopo l’acquisto, con il lavoro dei nostri ospiti sono diventati abitativi.

Condividi su: